Skin Effect (2020). Opera d’arte tecnica mista su telo plastico, artista Lucy Oak


Lucy Oak (2020) - Skin Effect
Lucy Oak (2020)
Titolo: Skin Effect
Tecnica: Mista su Tela 200x220cm
Cod. Artingout: LO01A002 | ARCH.
Collocazione: collezione privata
Quotazione Artingout: €7.140,00
Altre Opere di “Lucy Oak” su artingout: Vedi Opere
Biografia, Coefficiente e Info su Lucy Oak (Artista)
Info, Proposte e Acquisti: Segreteria Artingout

Nota Critica dell’opera d’arte “Skin Effect” di Lucy Oak

Opera d’arte del 2020 in tecnica mista su telo plastico di grandi dimensioni (220x200cm) della pittrice artista contemporanea Lucy Oak. Con Skin Effect la Oak ci proietta verso una crescita artistica non indifferente, nel suo linguaggio artistico, unico e personale, rintracciamo elementi di action painting, di street art, di arte povera (soprattutto nell’uso del materiale), elementi di figurazione ma anche di astrattismo. Lucy Oak ci sta “abituando” a stupire, è un crescendo di emozioni. La nostra redazione è rimasta con il fiato sospeso nell’osservare questa opera. Le grandi dimensioni permettono all’osservatore di immergersi “fisicamente” nell’opera d’arte. Si percepisce una sorta di attrazione che ci porta a scrutare l’opera continuamente. E’ davvero difficile rappresentare a parole la sensazione intensa che offre l’opera dal vivo. Di Skin Effect colpisce l’effetto estetico che coinvolge realmente ogni senso umano, un effetto che diviene ancora più potente conoscendo il processo creativo.
L’opera è stata realizzata in diverse fasi. La prima fase di studio e ideazione, la realizzazione della bozza, l’esecuzione che ha impegnato circa 3 giorni di lavoro e l’ultima fase, durata un intero mese, durante la quale l’artista ha deciso di esporre l’opera all’aperto lasciandola ad “affrontare” le diverse variazioni climatiche. Questo perché l’artista ha voluto strizzare l’occhio alla street art non soltanto come una parte dell’esecuzione ma soprattutto nel suo essere opera pubblica, esposta all’ambiente. Così nasce un’opera d’arte contemporanea come Skin Effect (Effetto Pelle). Il titolo è necessariamente parte integrante dell’intera esperienza estetica di questa imperdibile opera d’arte. Lucy Oak si è spinta “concettualmente” verso principi di elettromagnetismo. L’effetto pelle (Skin Effect) rappresenta la tendenza della corrente alternata di distribuirsi all’esterno e all’interno di un conduttore in modo differente. Per la Oak c’è una sorta corrente “alternata” ad alta frequenza che “scivola” sulla superficie” della pelle” accarezzandola, magari lasciando un brivido, senza uccidere ma facendo provare il suo effetto “emotivo” e “cognitivo”. Una corrente che ci condiziona, in parte o del tutto, in relazione a quanto riesce a penetrare lo scudo della capacità di condurre la nostra vita ed esserne gli artefici diretti. L’opera d’arte contemporanea Skin Effect di Lucy Oak va necessariamente compresa nella sua sintesi, in modo globale (integrando il contenuto con il processo creativo). Nonostante questo possiamo rintracciare alcuni elementi simbolico-concettuali all’interno dell’opera stessa ai quali poter offrire uno specifico significato. Ci sono testi, figure e gesti. In questa sede eviteremo l’interpretazione analitica dei singoli simboli mentre ci soffermeremo sulla loro presenza come tre insiemi. I “gesti” rappresentati dalla pittura gestuale, dai tratti veloci e decisi dell’artista, sono l’insieme delle azioni umane, è la nostra parte più primitiva, geneticamente fondata, quella meno soggetta all’influenza psico-socio-culturale, le figure rappresentano l’insieme dei soggetti e degli oggetti che fanno parte della nostra esperienza e che la possono influenzare, i testi sono la parte più evoluta e strettamente legata a fattori socio-culturali e rappresentano la capacità di astrazione umana, il potere di creare codici che possono influenzare, condizionare e determinare molti aspetti della nostra vita.
Il concetto di “condizionamento”, di “influenza socio-culturale” è molto intenso nell’opera Skin Effect. La Oak parla così di una “corrente” sociale che può “condizionare” il nostro agire e che, volenti e nolenti, per assimilazione o per contrasto, ci influenza. Le influenze sociali hanno bisogno di uno scudo, per la Oak questo scudo potrebbe essere l’educazione, la capacità di riconoscere e riconoscersi. L’opera Skin Effect si presta così a un costante studio critico, è un’opera davvero intensa, suggestiva, decisamente da vivere in prima persona. Un’opera d’arte contemporanea che fa penetrare la Oak, sempre più profondamente, nella storia dell’arte contemporanea.


Come Citare Questa Fonte.

a cura di
Redazione Artingout
25 agosto 2020

Redazione Artingout (2020)
Lucy Oak, Skin Effect. Nota Critica dell’opera d’arte.
Artingout.com, 25 agosto 2020.

Artingout investimenti in arte contemporanea quotazione opere d'arte catalogo d'arte