De Lutti e Berlingeri come investimenti in arte?


Home > FAQs > Investire in Arte con De Lutti e Berlingeri


DOMANDA
Come considerare De Lutti e Berlingeri per investimenti in arte?
RISPOSTA
Sicuramente è meglio avere almeno un’opera di entrambi. Dobbiamo dire che Cesare Berlingeri fino a pochi anni fa sembrava potesse avere una maggiore rivalutazione. Non sappiamo se abbia firmato contratti di esclusiva con qualche mercante d’arte ma, nei fatti, sembra che ci sia stato un eccesso produttivo tale da bloccarne la crescita. Questo spesso è il risultato di quando la commercializzazione di un artista è limitata a un solo circuito. Ovviamente sono soltanto ipotesi. Comunque Berlingeri va seguito e acquistare un’opera è sicuramente da prendere in considerazione ma è necessario trovare l’occasione. Occorre ovviamente selezionare anno e tipologia. In genere selezioniamo le opere che secondo noi possono rappresentare occasioni di investimento. Il coefficiente di Berlingeri proposto da artingout si aggira tra 3 e 4. De Lutti, secondo la nostra valutazione, si troverebbe oggi ad un coefficiente di circa 2 punti. De Lutti inizia a essere interessante ma dipenderà molto da ciò che avverrà nei prossimi anni. Sono entrambi artisti ancora accessibili che potranno essere un buon investimento a medio-lungo termine.
ALTRE INFORMAZIONI
Torna “FAQs Domande e Risposte”

Artingout investimenti in arte contemporanea quotazione opere d'arte catalogo d'arte

Quotazione Artisti
Domande & Risposte
ADS