Riconoscimenti Artingout – servizio di promozione dell’arte


Home > FAQs >  Artingout Riconosciuto


Quesito

Esiste un riconoscimento ufficiale di artingout?

Risposta Artingout.com

Il termine “riconoscimento” è piuttosto vago, perché occorre comunque definire “da chi” vogliamo che un servizio di promozione delle arti visive venga riconosciuto e soprattutto “per quale scopo” si ha necessità di ottenere un riconoscimento. Dobbiamo distinguere due tipi di riconoscimento. Quello “giuridico” sotto forma di atto e il “riconoscimento di fatto”. Facciamo un esempio che aiuterà a comprendere la questione.
Esistono “Scuole riconosciute” e “scuole non riconosciute”, “Università Riconosciute e Università non Riconosciute”. Sia le prime che le seconde possono esistere e hanno pari dignità, entrambe possono rilasciare pari competenza ma soltanto le prime possono rilasciare un titolo valido. Una scuola viene riconosciuta (in questo caso il termine acquisisce forma prettamente giuridica) quindi ai fini del rilascio di un titolo (valore legale del titolo), non in quanto “scuola” o “università”. Un altro esempio di maggiore interesse è chiedersi se i “partiti politici” che governano questo paese siano associazioni “riconosciute”. Molti di noi darebbero per scontato che abbiano ottenuto un riconoscimento, mentre per definizione i partiti politici sono “associazioni non riconosciute” pur essendo l’associazionismo costituzionalmente garantito. Insomma non è possibile per i partiti politici, in quanto associazioni private con specifiche caratteristiche ottenere lo status di “associazioni riconosciute”, questo non impedisce ovviamente di governare il paese, acquisire risorse, e ottenere invece un “riconoscimento di fatto”. Ora veniamo a noi!
Artingout è un servizio privato per la promozione delle arti visive e il riconoscimento, in questo caso,  avviene come forma di convenzione esattamente come per un partito, un catalogo, una rivista e così via. Ad esempio diversi artisti come la pittrice contemporanea Paola Romano e il pittore neofuturista Marcello Ciabatti per fare un esempio, hanno utilizzato nella stampa di alcuni loro cataloghi monografici Artingout come Referente per la quotazione delle opere d’arte. Inoltre Artingout è apparso in ben sei numeri della rivista Arte (Mondadori, Cairo Editore), è inoltre stato citato in un libro sull’arte e in una tesi di livello universitario come referente per la quotazione di artisti e utilizzato da molti artisti come referente nella vendita delle proprie opere. Possiamo quindi affermare che artingout ha ottenuto un “riconoscimento di fatto”, divenendo sempre più diffuso e proiettandosi tra i nuovi punti di riferimento per chi si occupa di arte contemporanea.

Atingout.com
Servizio “Domande & Risposte”
7 gennaio 2018

 

Artingout investimenti in arte contemporanea quotazione opere d'arte catalogo d'arte

Quotazione Artisti
Domande & Risposte
ADS