Franco Pintus Artista. Biografia Opere d'Arte Quotazione

Franco Pintus Artista Pittore Figurativo
  • Artista: Franco Pintus
  • Quotazione. Coefficiente Artingout: 0.80 (00/80)
  • Rivalutazione: +114% [] (2021-2023)
  • Codice Artista Artingout: #FPA02
  • Pubblicazioni
  • Mostre ed Eventi
Franco Pintus (1954) Artista. Biografia Critica

Franco Pintus è un pittore artista italiano nato a Oristano nel 1954. La passione per l'arte lo porta, sin da giovanissimo, a dedicarsi alla pittura a olio. La sua prima opera con data certa risale al 1968. L'arte ha sempre accompagnato la vita di Franco Pintus il quale comunque segue un percorso di studi e professionale piuttosto dista4te dalla sua passione creativa. Dopo gli studi tecnici superiori frequenta i corsi universitari in economia per poi svolgere la professione di funzionario presso un'azienda di credito internazionale. L'attività creativa rappresenta la "vita parallela" del Pintus.

La sua produzione artistica è soprattutto dedicata alla figurazione con particolare accento sul ritratto umano. I suoi soggetti preferiti sono persone che fanno parte, o hanno fatto parte della sua esperienza. Per Franco Pintus è molto più importante il processo creativo rispetto al risultato finale. La scelta del soggetto, dell'espressione, del momento da ritrarre e l'intero processo di realizzazione rappresentano una sorta d'immersione nell'anima dell'altro. I suoi ritratti echeggiano così di note Naif, di cenni espressionisti e di veloci tratti impressionisti.

Per Franco Pintus la propria creazione artistica rappresenta una memoria, un ricordo di un momento vissuto, di un legame, di un'esperienza relazionale, di un gesto, di un pensiero. L'uso della pittura gli permette d'infondere "energia vitale" alla memoria. Non si tratta di una mera rappresentazione come è ben evidente dall'osservazione delle opere, si tratta di tracciare il pensiero di un vissuto emotivamente rilevante sulla tela.

Nonostante l'arte accompagna Franco Pintus da quando ne ha memoria preferisce inizialmente evitare l'esposizione al pubblico. Intervistato dalla redazione Artingout, è lo stesso Pintus a dichiarare "chi vorrebbe mettersi in casa il ritratto di una persona che non conosce?". Questa idea lo spinge quindi a rendere visibili le opere alla sola cerchia delle sue conoscenze.

Quasi tutta la sua produzione è collocata e un'altra parte è gelosamente conservata nell'archivio privato dell'artista. Il Pintus le conserva come si conservano le fotografie della nostra vita. E' soltanto dopo molti anni che inizia a formarsi una nuova concezione nell'artista, soprattutto grazie alle continue sollecitazioni di chi da sempre lo ha apprezzato. La propria arte si sposta da una dimensione intima a una dimensione di potenziale condivisione. Le opere iniziano a essere considerate metaforicamente "vive", non degli oggetti ma dei veri e propri soggetti. Ecco emergere la necessità di "liberarle" e farle vivere di vita propria. Non è importante che piacciano o meno, è invece di fondamentale importanza che possano respirare, muoversi, fare esperienza!

Franco Pintus espone così per la prima volta nel 2021, dopo decenni di lavori, presso la Galleria d'Arte Esse&Erre di Roberto Sparaci in Roma nelle mostre "Colori dell'Anima" e "Inspire", nello stesso anno sarà presente nella rassegna "100 Pittori di via Margutta" e successivamente al Chiostro di San Francesco ad Amelia (Umbria). A marzo del 2021 ottiene il Coefficiente Artingout per la quotazione della propria produzione artistica entrando di fatto anche in quel "mondo" chiamato "mercato dell'arte".
Da questo momento, in pochissimo tempo, Franco Pintus espone sia in Italia che all'Estero. Nel 2022 saranno ben nove gli eventi espositivi che vedono partecipare le opere del Pintus tra le quali ricordiamo il premio "Roma Contemporanea" a Palazzo della Cancelleria Vaticana, lo "Swiss Art Expo" di Zurigo in Svizzera, il "Premio Mestre 2022" presso il Centro Culturale Candiani di Mestre, l'ArtBox Project di Palma de Majorca in Spagna, il festival "Luxembourg Art Price 2022" presso il Museo "La Pinacothèque" di Lussemburgo e l'evento "Miami Art Week" a Miami in Florida negli USA.

Anche il 2023 inizia con un'esposizione internazionale che porterà l'opera d'artre "Crucis Christi" del Pintus in uno dei più grandi distretti commerciali, finanziari e culturali al mondo vale a dire l'Isola di Manhattan, New York negli Stati Uniti.

La produzione artistica di Franco Pintus sono annoverate nei cataloghi "Millecavalletti" (2021), "Biennale Interart" (2021), "Roma Contemporanea" (2022), nel bimestrale "Art&trA" e nell'annuario di Arte Moderna "Artisti Contemporaneai 2022".

Le opere d'arte del Pintus sono la rappresentazione di una propria visione del mondo così come osservato dall'artista. Potremmo dire che l'arte del Pintus è la via maestra verso la comprensione dell'artista e, allo stesso modo, la comprensione dell'artista è la via maestra per conoscere la sua arte.

a cura di
Redazione Artingout

Artingout Redazione (2021)
Franco Pintus (1954) artista. Biografia critica.
https://www.artingout.com/?p=7087, 23 gennaio 2023.

--------------------
tutti i diritti riservati
vietate la copia anche parziale
e la distribuzione senza autorizzazione formale


Stesure Precedenti della Biografia di Franco Pintus a cura di Artingout

26 marzo 2021 - Prima Edizione